Come si mangia dallo Chef Federico Beretta al ristorante Feel di Como

Non vedevamo l’ora di provare il ristorante Feel di Como nato dallo chef Federico Beretta e la sua super ospitale moglie nonché sommelier Elisa Forlanelli!

La location è veramente super: 2 salette con muri fatti in pietra e soffitti a volta.

Un atmosfera davvero unica e intima per una cena davvero speciale, ci siamo innamorati delle lampade su ogni tavolo che rendono il tutto ancora più magico.

Un ambiente elegante molto conviviale e giovanile che rimane comunque intimo.

Ci ha colpito tantissimo la coerenza e la decisione delle creazioni di Federico che seguono e prendono ispirazione dalle materie prime di una zona ben precisa: l’arco alpino.

Una delle cose che ci è piaciute di più è sicuramente il fatto di avere 4 proposte per ogni portata, quindi prodotti freschissimi e curati fino all’ultimo.

L’esperienza inizia con il benvenuto dello chef con dei crackers e una mousse di pesce

il piccione

l’alborella

Concludendo con uno dei miei formaggi preferiti il bitto, e a mio modesto parere, la portata più gustosa e buona: ricordo della Valtellina.

Dopo le entratine offerte dallo chef (purtroppo) è arrivato il pane, il mio famoso nemico! Ne mangerei senza mai fermarmi infatti sono stati dei gusti sbalorditivi! Soprattutto i panini cotti al vapore e i grissini di zafferano.

Accompagnati da un cremoso burro salato buonissimo.

Abbiamo continuato con un antipasto a base di animelle, cipolle, pera e ghiande

Proseguendo con due primi davvero spettacolari: zuppa di patate, sarde di lago, scorzonera, verbena odorosa e zafferano

Ravioli di lingua cotta a bassa temperatura, brodo di mela, rafano, bietole e peperone di Carmagnola

Buonissima la consistenza e soprattutto il brodo! Era un gusto davvero speciale.

Dopodiché siamo passati direttamente a un secondo di terra: la sella di capriolo, mirtillo, purea di barbabietola e cacao bagua.


Raccontarlo a parole è davvero difficile, ma possiamo assicurare che sembrava come mangiare burro, talmente tenero da sciogliersi letteralmente in bocca.

Il dolce non l’abbiamo preso ma è comunque arrivata la piccola pasticceria a farci compagnia con un buonissimo caffè Illy.

Senza tante parole e fronzoli si capisce che in cucina c’è un cuoco con la C maiuscola che rimane sempre alla regia senza farsi scappare nulla in quanto tutte le proposte sono ben impiattate e studiate ad hoc.

Il prezzo è ok, anche se mi aspettavo qualcosa in meno, ma è comunque giustificato dalla qualità ottima dei prodotti.

Un ristorante e un offerta davvero buona che permette alla bellissima Como di offrire una cucina diversa dalle solite mete commerciali senza gusto e passione!

Lo consigliamo a chiunque abbia voglia di passare una serata diversa, senza dubbio speciale e assaggiare qualcosa di cucinato veramente bene.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.