La birra della Bottega dei Ghi, microbirrificio artigianale ticinese

Che sia per un aperitivo o da bere davanti a una partita a casa la birra è sempre una buona idea!

Soprattutto se è made in Ticino!

Questa volta abbiamo provato le buonissime birre della Bottega dei Ghi il microbirrificio nato proprio nel mio paese natale: Dino.

Le abbiamo provate tutte e 6 tranne la nuova birra che è work in progress (gluten free)!.

Non siamo super esperti di birra ma abbiamo provato a degustarle armandoci di pazienza e di internet! (Infatti se ci sono errori siamo pronti ad essere corretti).

Kiwi – NZ Ipa – 6.5%

IPA: La birra IPA, acronimo di India Pale Ale , è uno stile birraio della famiglia delle ALE. Con questo termine si indicano le birre ad alta fermentazione, preparata a temperature tra i 15° e i 25° circa. La birra IPA ha un colore giallo ambrato e una schiuma compatta mediamente persistente.

Ale luppolata, secca e con amaro persistente ad alta fermentazione e rifermentata in bottiglia. L’amarezza viene data dal dolce del malto. Buona corposità, amara, con ridotta effervescenza. Buona persistenza. Spiccano note di cacao (derivate dalla tostatura del malto) ed un aroma erbaceo.

Da abbinare a: pollo e selvaggina, con verdure grigliate o al vapore, altresì con carne rossa come il maiale, la costata di manzo alla brace, spiedini, salsiccia arrosto, l’agnello al forno ma anche a piatti meno impegnativi come l’hamburger e il cheeseburger.

Po+Ma – Saison – 7.7%

SAISON: Stile ad alta fermentazione tipico del Belgio. E’ una birra fresca e ben luppolata con un’alcolicità tra il 6% e l’8%. Spesso rifermentata in bottiglia, può essere indicata per l’invecchiamento.

Birra saison forte ad alta fermentazione e rifermentata in bottiglia. A nostro modesto parere molto adatta alle donne. Birra rinfrescante, secca e non troppo alcolica, adatta alla stagione calda. Carbonata (carbonazione sta alla birra come perlage sta al vino).

Da abbinare a: una costata con un filo d’olio d’oliva e una macinata di pepe nero, un trancio di salmone spruzzato con succo di limone o un piatto di salsicce.

Bat – Belgian Amber Tripel – 7.5%

TRIPLE: “Ale” belga di colore chiaro rifermentata in bottiglia Rispetto alla “dubbel” è più alcolica speziata e meno maltata.

Birra ambrata ad alta fermentazione, ale forte, corposa e intensa  con finale moderatamente amaro. Le versioni più forti (come in questo caso) hanno anche note di caramella mou, caramello e pane tostato che gli sono conferite dai malti. Malto, lievito, luppolo e alcol mostrano una relazione armoniosa e uniforme.

Da abbinare a: selvaggina a piuma (quaglia), carni bianche (Wiener schinitzel) o magari un bel tagliere di prosciutto di Parma.

Cà Rossa – Red Ale – Vol 4.6%

Birra rossa ad alta fermentazione, sapore ricco e biscottato di caramello con accenni di tostatura. Il sentore di agrumi e di frutta tropicale è supportato da un amaro delicato e da un leggero finale caramellato. Infatti il finale è equilibrato ed invoglia ad un nuovo sorso.

Da abbinare a: si sposa perfettamente con la carne di maiale.

Hell2o – Pale Ale – 5.2% 

ALE: E’ il nome con cui i britannici definiscono la birra tradizionale. Identifica birre ad alta fermentazione, di moderato contenuto alcolico e di poca schiuma, da bere a temperatura di cantina.

Birra bionda ad alta fermentazione e rifermentata in bottiglia. Ha un aroma erbaceo e fruttato, un corpo medio/leggero, un’amarezza decisa ma bilanciata dal dolce dei malti.

Da abbinare a: arrosto, carni cotte alla brace o alla griglia, che essendo ricche di grassi, si abbinano al meglio con le birre saporite. Pesce a patto che sia abbastanza grasso, saporito e marinato con aglio e prezzemolo o ai formaggi come il parmigiano reggiano poiché la birra mitiga il salato e la sensazione oleosa del prodotto caseario, completandone gli aromi, oppure con il gorgonzola, grasso ed erborinato e infine con un formaggio d’alpeggio, come la fontina valdostana d.o.p

E infine la nostra preferita, quella che ci è piaciuta di più…

FRù – Blanche – 5.0%

BLANCHE: Birra a base di frumento che viene prodotta in Belgio. E’ leggermente acidula, di color bianco lattiginoso. Assai rinfrescante e digestiva, con particolarità aromatiche dovute all’aggiunta di coriandolo e curaçao. Birra di frumento belga dall’aspetto opalescente. Al naso e in bocca risulta fresca e speziata.

Birra tipo blanche belga, fresca e dissetante con aggiunta di fiori di glicine. Il corpo abbastanza snello e il tenore alcolico contenuto. Tutto rende il sorso piacevolmente fresco e di facile approccio. Non dovreste percepire amaro.

Da abbinare a: un aperitivo, in quanto si abbinano bene alla stuzzicheria ma anche agli insaccati. Ideali anche nell’abbinamento con piatti crudi di pesce in particolare con i marinati e i carpacci a base di spigola, ricciola, ostriche. Ma anche fritti, formaggi con composte e miele, o qualche dessert di pasticceria secca.

Bene, ho ufficialmente sete ed è solo pomeriggio. Sarà illegale iniziare con l’aperitivo ora?

Advertisements

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.