I posti del cuore di Stefanokitchen

Mi sono imbattuta molte volte sul profilo di Stefanokitchen estasiata dalle sue mille avventure nei ristoranti più buoni e più belli intorno al mondo.

Mi sono ritrovata ad emozionarmi leggendo le risposte alle mie domande perché io come lui amo parlare e finire nella cucina degli chef.

Quindi sono super orgogliosa di farvi leggere i posti del cuore di Stefano.

Raccontami un po’ di te e di come è nato Stefanokitchen

La mia passione per la cucina è innata: ricordo, quando ero bambino, ripetevo a voce alta la lezione di storia o geografia andando in cucina con mia madre e la osservavo mentre preparava da mangiare. I miei genitori uscivano molto spesso al ristorante con gli amici ed io sono sempre andato con loro. Non ero uno di quei bambini che scorrazzava per la sala del ristorante appena aveva finito di mangiare, ma stavo con i grandi al tavolo, mi piaceva ascoltare, sentire i profumi dei piatti… Sono sempre stato un bimbo tranquillo ed educato a tavola quindi, spesso, il titolare del ristorante mi portava con sé in cucina e lì i cuochi mi riempivano di assaggini… e si stupivano quando dicevo di no ai dolci… non mi sono mai piaciuti!

La natura mi ha dotato di un buon palato, lì non ci si può far niente, sono cose naturali che uno ha o non ha… ci nasciamo con alcune caratteristiche… le puoi solo allenare, affinare. Avendo girato molti Paesi in Europa e nel mondo dall’età di 14 anni (prima per imparare le lingue straniere, poi per lavoro) ho avuto occasione, non solo di allenarlo bene ma anche di abituarmi ad altre cucine, ad altri ingredienti, ad altre spezie, a modi diversi di cucinare un unico piatto, espandendo quindi i confini del mio palato.

Poi, quasi per gioco, circa due anni fa, ho aperto questo profilo Instagram per incoronare la mia passione. Andando a cena abbastanza tardi, le mie serate finiscono sempre con lo Chef che esce in sala e si mette a parlare con me, qualcuno si mette anche a sedere a fare due chiacchiere più comodamente e poi finisce sempre che lo Chef mi porta in cucina a vedere dove lavora, mi mostra il suo regno (ecco perché “stefanokitchen”). Questa non è una cosa molto comune, perché gli Chef sono delle persone veramente molto particolari, dotati di una sensibilità innata e di una vena di follia… Voi vi fareste giudicare ogni singolo piatto che fate da persone che non conoscete a pranzo ed a cena, ogni giorno, ogni mese, ogni anno?

Il primo ristorante dove porteresti gli amici che vengono a trovarti?

Ah questa sì che è una domanda molto difficile. Mi mettono sempre in crisi quando qualcuno mi chiede “che ristorante mi consigli?” – Per consigliare un ristorante devi conoscere molto bene non solo i gusti ma anche le abitudini della persona che te lo chiede. Non tutti danno al cibo l’importanza che do io e non tutti sono abituati o aperti a sperimentare, assaggiare cose nuove o innovative. Io non ho amici buongustai, ho un cugino che lo è molto e con il quale andiamo molto d’accordo anche sul cibo… per rispondere comunque alla tua domanda direi che per i miei amici prenoto in una pizzeria, io vado al ristorante e ci vediamo dopo cena per un drink.

Dove prenoti una cena romantica?

Conosco molte location romantiche e riservate nelle quali il cibo è di eccelsa categoria. Qui in zona da me non avrei dubbi: in inverno il Ristorante Gourmet a Montecatini Terme

o il privé della Bottega del Buon Caffè a Firenze (1 Stella Michelin)

ed in estate Il Piccolo Principe (2 Stelle Michelin) sulla terrazza all’ultimo piano dell’Hotel Principe di Piemonte a Viareggio, scegliendo però un tavolo a bordo piscina e vista mare

Devi prendere una decisione importante: qual’è il tuo posto del cuore che ti fa riflettere e ricaricare le batterie?

Rispondo senza dubbio alcuno: Ristorante Gourmet, Montecatini Terme… lì mente, anima, cuore e sensi viaggiano all’unisono. La cucina ed il servizio, congiuntamente alla professionalità dei titolari, fanno tutto il resto.

Bel tempo e temperature ideali: dove andresti per una gita fuori porta?

Se parliamo di temperature miti andrei a Certaldo, paese natale del Boccaccio, borgo medioevale ricco di storia, musei e ristorantini molto carini nei quali si possono degustare prodotti tipici come ad esempio la famosa marmellata di cipolla rossa di Certaldo.

View this post on Instagram

➿Present Pнoтo oғ тнe day ~ 17 set. 2019 •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• ⒸⓄⓃⒼⓇⒶⓉⓊⓁⒶⓏⒾⓄⓃⒾ •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• Congrats to @paolo__66__ Location: #certaldo •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• The awards will be posted also on our Facebook page. •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• Please visit their beautiful gallery. •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• TAG : #toscanalike FOLLOW : @toscanalike •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• Founder @zio_picc Admin @ludisiasiscolor e @andreozzi_marco •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• •NO W E B P I C S ~ Only photos made by you •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• °Photos selected by @andreozzi_marco ⚘ •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• ID TAG #tlk_paolo__66__ •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••• ° 🌻CARTOLINE D'ESTATE 🌻 ➿ Toscana ➿ . . #italia #toscana #pisa #firenze #siena #tuscany #florence #italy #italian_places #besttoscanapics #volgoitalia #italiait #tuscanypeople #tuscanyexperience #tuscanygram #paesaggi_italiani #welcometotoscana #toscana_in #volgotoscana #loves_united_toscana #volgofirenze #visittuscany #toscana_photogroup #loves_united_firenze #italianlandscapes #vivotoscana #tuscanypeople #vivoitalia

A post shared by 🅣🅞🅢🅒🅐🅝🅐🅛🅘🅚🅔™ (@toscanalike) on

Anche se di pancia ti avrei risposto senza pensarci un attimo: mare… in Versilia… crudo di mare, spaghettino alle arselle, vino bianco freddo, sole… “e sei in pole position”, come diceva il grande Dogui.

Ti è mai successo di scegliere le mete per le tue vacanze in base al ristorante?

Sì sempre. La vacanza deve essere un piacere, un relax… posso essere nel posto più bello del mondo ma se mangio male, stai sicura, non vedrò l’ora di scappare. Non solo scelgo la meta in base ai ristoranti, ma per essere certo di trovare posto in quel ristorante, eventualmente a quel particolare tavolo, prenoto non appena ho bloccato il volo e l’hotel… 

Quale ristorante o concetto porteresti in Italia che hai scoperto all’estero?

Noi italiani in fatto di ristorazione, tradizione, varietà di alimenti e quindi anche di cucina, non abbiamo da invidiare niente a nessun altro Paese nel mondo. Il nostro personale che lavora nel settore enogastronomico all’estero è molto preparato. Non è un caso che girando nei migliori ristoranti del mondo, all’estero, in sala come anche in cucina ci siano dei professionisti italiani. E’ un orgoglio sapere che a Londra per esempio, da Alain Ducasse

e da Gordon Ramsay (entrambe ristoranti 3 Stelle Michelin) il maître di sala, il sommelier ed anche molto del personale di cucina sono italiani. 

Per riassumere non è un concetto di ristorante che riporterei in Italia: riporterei i nostri ragazzi, coloro che hanno studiato per fare questo lavoro, che hanno avuto il coraggio di fare esperienza all’estero, d’imparare qualche lingua straniera e che all’estero, lavorando sodo stanno trovando quello che l’Italia non permette loro di trovare… ma qui il discorso si fa molto più ampio e complesso. 

Nella ristorazione in Italia c’è l’idea che se uno è senza lavoro oppure non ha voglia di far niente, fa il cameriere (che io preferisco chiamare operatore di sala). Idea sbagliata, dobbiamo metterci in testa che fare il cuoco, lo Chef, il sommelier, il maître di sala, vuol dire svolgere una professione esattamente come fare il medico, il commercialista, l’avvocato, l’idraulico, l’elettricista. E la professionalità deve essere pagata, non sottopagata come succede in molte realtà del settore.

Se dovessi scegliere tra uno stellato e una trattoria? Spiega il perché…

Tutta la vita in uno stellato per l’atmosfera, la tranquillità. Quando mangio non mi piace avere rumore intorno, camerieri che corrono e tavoli di compagnie in festa vicino. Quando mangio devo essere io ed il piatto. 

Certamente ci sono trattorie nelle quali si mangia molto bene e ristoranti stellati che hanno molto deluso le aspettative, ma generalmente non sono per il cibo tradizionale, canonico né tantomeno per la pizza, quella proprio non mi piace per niente. Mi piace molto provare cose nuove, sapori diversi, consistenze stravolte, abbinamenti inusuali.

Lasciaci la top 3 dei tuoi consigli su dove mangiare assolutamente con il cuore!

Ristorante Gourmet, Montecatini Terme

a pari merito con il Ristorante El Gato, Chioggia

Ristorante Lorenzo, Forte dei Marmi (1 Stella Michelin)

Ristorante Da Romano, Viareggio (1 Stella Michelin)

Ti ringrazio per il tuo tempo e se andate a cena in uno di questi ristoranti, fatemi sapere come siete stati. Enjoy!

Advertisements

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.